Le malghe

Appena sopra le colline, le montagne del massiccio del Cesen, con le pendici che scendono nei paesi confinanti e nel versante bellunese. Queste hanno rappresentato una importante economia diffusa che coinvolgeva buona parte delle popolazioni soprattutto nel periodo dell’alpeggio e della fienagione, col suo apice da giugno a settembre, ma che comprendeva un periodo temporale ancora più ampio. Di quella diffusa economia di mezza costa e di altura sono ancora attive varie malghe, che nel periodo dell’alpeggio ospitano bovini da latte, continuando con la tradizionale produzione casearia. Oggi la malga rappresenta una tappa anche per il turista; meta di camminate, di giri in mountain bike, ma anche con strade carrozzabili. Alla vendita diretta di prodotti, si abbinano spesso la possibilità di assaporarli sul posto e anche di soggiornarvi, godendo dei panorami unici.

Commenti chiusi